Libri

Riassunti, recensioni e info varie del mondo dei libri

Archivio per Riassunti libri

Riassunto di Ragione e Sentimento

Ragione e sentimento (titolo originale: Sense and Sensibility) è un romanzo scritto da Jane Austen fra il 1795 e il 1810 e pubblicato anonimo per la prima volta nel 1811.

Il testo è stato più volte rimaneggiato e adattato per la televisione e il cinema. Una tra le più note riedizioni è quella di Ang Lee del 1995. In Italia il libro è stato a volte pubblicato anche con i titoli Elinor e Marianne, L’eterno contrasto, Senno e sensibilità, Sensibile amore, Sensibilità e buon senso.

Il libro Ragione e sentimento ebbe un enorme successo: testimonianza di ciò è il fatto che fu tradotto in francese già nel 1815, quando la scrittrice era ancora in vita.

fonte: it.wikipedia.org

Annunci

Montalbano – Un covo di vipere

Ancora una volta all’inizio del romanzo Un covo di vipere il lettore assiste ad un sogno di Montalbano dove il commissario e la sua fidanzata Livia si trovano in uno strano Giardino dell’Eden che ricorda un quadro di Rousseau il Doganiere. Il sogno è interrotto dal risveglio di Montalbano alle prime luci dell’alba ma questa volta non è la solita telefonata di Catarella, centralinista del commissariato di Vigata, che concitatamente e nella strampalata lingua sua propria, annuncia al commissario il ritrovamento di un morto. Il sonno di Montalbano è stato invece svegliato dal vicino cinguettare di un usignolo: un canto insolito per il tempo e il luogo tanto che il commissario incuriosito si alza per vedere l’uccellino e scopre di essersi ingannato. Non era un usignolo ma un barbone che fischiettava e che, interpellato dal commissario, gli racconta, esprimendosi in un italiano perfetto, che per ripararsi dal forte temporale della notte trascorsa si era rifugiato nella veranda del villino. Il commissario continuerebbe a chiacchierare con lo strano e interessante personaggio ma il dovere lo chiama in Commissariato dove Catarella lo informa che si è verificato un assassinio.

La vittima è il ragionier Cosimo Barletta, ucciso con un colpo di rivoltella alla nuca. Il movente dell’omicidio sembra incomprensibile: il ragioniere aveva casa in paese e al mare, nel villino dove è stato ritrovato cadavere e dove non appare alcuna traccia di effrazione. Cosimo Barletta, vedovo e padre di Arturo e Giovanna, conduceva un’apparente vita tranquilla da benestante; almeno così sembra sino a quando non si scoprono nel doppio fondo di un cassetto di una scrivania foto e lettere che rivelano una personalità equivoca. I figli affermano poi che il padre non era quell’esemplare di onestà che appariva ed essi sono sicuri che aveva lasciato un testamento che però è scomparso.

Proprio al culmine delle indagini, arriva da Montalbano la sua fidanzata Livia che gli racconta di conoscere Mario, lo strano vagabondo di cui vorrebbe scoprire gli avvenimenti che lo hanno portato a vivere come un emarginato.

Alla fine il commissario arriverà alla soluzione dei misteri ma gli apparirà una verità che forse avrebbe preferito non scoprire.

Un covo di vipere è un libro appassionante scritto da Andrea Camilleri.

Fonte:it.wikipedia.org

 

 

 

 

50 sfumature di nero – riassunto e recensione

La storia di 50 sfumature di nero riprende esattamente dal punto in cui finisce il primo libro cinquanta sfumature di grigio scritto da E.L. James.

Anastasia Steele, neolaureata, trova lavoro in una piccola casa editrice. Christian Grey, stupendo multimilionario fanatico di pratiche sadomasochiste, cerca di ricucire lo strappo dato alla loro “relazione” da Anastasia qualche giorno prima. La ragazza aveva troncato ritenendo di non essere in grado di sopportare tutte le sue richieste ‘particolari’ nell’impossibilità di convivere con il suo passato oscuro.

Il rifiuto della ragazza è qualcosa di nuovo per Christian. I due riprendono a frequentarsi, e mentre lui lentamente si adatta a questa donna diversa dai suoi standard lei riesce pian piano a far breccia nel suo cuore. L’atteggiamento del protagonista maschile cambia, abbandonando lentamente le pratiche erotiche punitive per dedicarsi ad una forma d’amore più soft, solo per accontentare e non perdere la donna della quale si sta innamorando. L’amore spesso crea contrasti tra i due: lui sempre invadente, lei che cerca di mantenere la sua autonomia lottando per tenere lontano Christian dal passato che puntualmente si ripresenta.

Il secondo libro Cinquanta sfumature di nero si conclude con una proposta ufficiale di Christian ad Anastasia, ma il futuro ha in serbo per loro ancora delle dure prove, il ritorno alla vita di tutti i giorni è tutt’altro che tranquillo.

Fonte it.wikipedia.org

Il Mastino dei Baskerville Riassunto

Questo è il riassunto de Il mastino dei Baskerville di wikipedia.it

Nella brughiera del Dartmoor, nel Devon, l’anziano sir Charles Baskerville viene trovato morto nel cortile della sua immensa villa, apparentemente ucciso da un grosso spavento. Il suo medico personale e amico, James Mortimer, è invece convinto che il responsabile della morte dell’uomo sia un’orribile creatura, che si aggirerebbe nella brughiera sotto forma di gigantesco mastino. Sulla famiglia dei Baskerville aleggia infatti una maledizione, che ha origine dal comportamento maleducato e criminale di sir Hugo Baskerville, il quale due secoli prima, non potendo corteggiare una ragazza fuggita dalle sue grinfie, decise di inseguirla finendo misteriosamente sbranato da un cane comparso dagli “inferi”, mentre la ragazza venne ritrovata morta di spavento. Da allora il mostro sembra perseguitare gli eredi maschi di Baskerville Hall, causando loro una morte violenta.

Il riassunto de il Mastino dei Baskerville continua così

Per risolvere il mistero e proteggere il giovane sir Henry, ultimo baronetto e membro vivente della famiglia Baskerville, giunto in Inghilterra per prendere possesso delle proprietà dello zio appena deceduto, il dottor Mortimer chiede aiuto a Sherlock Holmes. Holmes rifiuta l’idea di una maledizione e, attirato dalla vicenda particolarmente intrigante, accetta di occuparsi del caso e chiede al dottor Watson di accompagnare il dottor Mortimer e sir Henry a Dartmoor, per svolgere le indagini.

Durante la sua permanenza a Baskerville Hall, Watson scopre che più di una tra le persone vicine a sir Henry nasconde un oscuro segreto ed è costretto ad ammettere a se stesso che all’imbrunire si sentono degli ululati terrificanti. L’idea che un mostro possa infestare la brughiera diventa quindi molto più credibile.

È naturalmente Sherlock Holmes, nascostosi nella brughiera all’insaputa di Watson, a svelare l’identità dell’assassino di sir Charles, Jack Stapleton, figlio di Rodeger Baskerville ovvero la pecora nera della famiglia, e la vera natura del cane dei Baskerville. Holmes non riesce a catturare il colpevole, che però nella fuga trova molto probabilmente la sua fine nelle paludi di Grimpen.

Ti è piaciuto Il mastino dei Baskerville riassunto?

Lascia un commento

Fonte: it.wikipedia.org

Indignatevi – recensione e riassunto del libro di Stéphane Hesse

Indignatevi! è un pamphlet liberatorio e corrosivo di Stéphane Hessel, diplomatico francese, ex partigiano, novantatreenne combattivo che ha conquistato con questo testo migliaia di lettori. Dove sono i valori tramandati dalla Resistenza, dove la voglia di giustizia e di uguaglianza, dove la società del progresso per tutti? A ricordarci le cose che non vanno sono gli eventi di una quotidianità fatta di ingiustizie e di orrori come le guerre, le violenze, le stragi. Hessel parte da qui, per indicare a tutti quali sono i motivi per cui combattere e per cui tenere alta l’attenzione.
L’indignazione è il primo passo per un vero risveglio delle coscienze, e il grido di Hessel ce lo ricorda con fermezza e convinzione.

Leggi la recensione su www.my-libraryblog.com

Il cacciatore di aquiloni

Il libro “Il cacciatore di aquiloni” racconta di Amir, un ragazzo afghano di etnia Pashtun abitante a Kabul (orfano della madre), e del suo senso di colpa per il suo amico, Hassan, figlio del suo servo di etnia Hazara. I due bambini giocavano a “cacciare” gli aquiloni, ovvero cercare di tagliare il filo dell’aquilone avversario. Un giorno Hassan e Amir incontrano dei ragazzi più grandi con ideali razzisti sulle diverse etnie, e Hassan, per proteggere il suo amico e padrone minaccia i ragazzacci con una fionda. Questi ultimi si vendicheranno poi violentando Hassan, e Amir, vedendo il fatto, per paura e ingenuità cerca di allontanare Hassan. Nel 1981, durante l’invasione russa in Afghanistan, Amir e suo padre scappano in California, negli USA. Qui Amir trascorre la sua giovinezza: si laurea in letteratura inglese, ottiene come moglie la figlia di un ex-generale afghano e purtroppo suo padre muore per un cancro ai polmoni, nel 1986. Nel 2001 l’amico di suo padre, che era rimasto a Kabul, gli chiede di fargli visita. Amir arriva in aereo fino in Pakistan e poi si traveste (con una lunga barba finta) da Talebano, avendo così il permesso di tornare in Afghanistan. Arrivato a Peshawar, incontra l’amico di famiglia, ormai anziano e malato, che gli riferisce la morte di Hassan, ucciso dai Talebani mentre proteggeva la vecchia abitazione di Amir. Hassan inoltre ha avuto un figlio, Sohrab, e per ultimo Amir viene a conoscenza del segreto che suo padre gli ha sempre tenuto nascosto: Amir e Hassan erano fratelli avuti da donne diverse. Scioccato, Amir decide di cercare suo nipote, quindi parte per Kabul e le tracce lo conducono fino ad un edificio utilizzato come orfanotrofio. Ma qui si scopre che un Talebano diverse volte veniva a prendersi bambini e bambine, che quasi mai tornavano. Così Amir continua la ricerca di questo bambino in un fortino controllato dai miliziani. Qui incontrerà il comandante, che è Assef, ovvero il ragazzo che ha violentato Hassan quando era bambino. L’uomo mostra il bambino e riconosce Amir, nonostante la barba finta. Così si vendica per i torti subiti da Amir e Hassan da bambini e inizia la coluttazione tra i due; Amir si trova in difficoltà ma Sohrab, proprio come il padre molti anni prima, punta una fionda contro l’ufficiale, e lo acceca. Amir poi prende suo nipote e scappano dal fortino, mentre i Talebani gli sparano. Passato il confine con il Pakistan finalmente sono entrambi salvi. A Islamabad Amir cerca di ottenere l’adozione di Sohrab ma capisce che è praticamente impossibile. Lo comunica al bambino che per paura di dover tornare in orfanotrofio tenta il suicidio. I medici lo salvano ed è un nuovo senso di colpa per Amir. Dopo aver risolto la pratica del visto e dell’adozione Amir torna con Sohrab in America. Amir inizia il lungo e doloroso processo perché Sohrab dimentichi gli abusi subiti ed inizi una nuova vita con loro e gli aquiloni in California.

Autore: Khaled Hosseini

Altre opere di Khaled Hosseini : Il cacciatore di aquiloni , Mille splendidi soli

Fonte: it.wikipedia.org

Libri

Libri : il sito my-libraryblog è un blog ricco di recensioni, sintesi e commenti di libri. Partecipa anche tu alla community che si è sviluppata attorno a questo blog: oltre 170 recensioni e migliaia di commenti ti aspettano.

Queste le recensioni più lette:

Buona lettura!

Libri

Questo è l’elenco alfabetico dei libri più cercati su omnialibri:

 1 1984   2 Alta fedeltà   3 Alta finanza 
 4 Angeli e demoni   5 Anna Karenina   6 Aspettando Godot 
 7 Bel-Ami   8 Cent’anni di solitudine   9 Come Dio comanda 
 10 Contro il Codice da Vinci   11 Cronaca di una morte annunciata   12 Crypto 
 13 Cuore di tenebra   14 Delitto e castigo   15 Demian 
 16 Di noi tre   17 Donne informate sui fatti   18 Due di due 
 19 Fahrenheit 451   20 Fango   21 Gomorra 
 22 Ho voglia di te   23 I dolori del giovane Werther   24 I love shopping 
 25 I love shopping a New York   26 I love shopping in bianco   27 I Malavoglia 
 28 I pilastri della terra   29 Il barone rampante   30 Il cacciatore di aquiloni 
 31 Il cavaliere inesistente   32 Il codice da Vinci   33 Il coperchio del mare 
 34 Il delfino   35 Il diario di Jane Somers   36 Il fu Mattia Pascal 
 37 Il gabbiano Jonathan Livingston   38 Il giorno della civetta   39 Il giovane Holden 
 40 Il grande Gatsby   41 Il lupo della steppa   42 Il nome della rosa 
 43 Il Piccolo Principe   44 Il processo   45 Il ritratto di Dorian Gray 
 46 Il vecchio e il mare   47 Il visconte dimezzato   48 Io non ho paura 
 49 Io uccido   50 Jane Eyre   51 Kitchen 
 52 La casa degli spiriti   53 La casta. Così i politici italiani sono diventati intoccabili   54 La coscienza di Zeno 
 55 La fattoria degli animali   56 La metamorfosi   57 La mia vita su un piatto 
 58 La ragazza di Bube   59 La signora delle camelie   60 La sovrana lettrice 
 61 La verità del ghiaccio   62 La voce del violino   63 L’abito di piume 
 64 L’amico ritrovato   65 L’amore ai tempi del colera   66 L’armata perduta 
 67 Le affinità elettive   68 L’esclusa   69 L’insostenibile leggerezza dell’essere 
 70 L’ombra del vento   71 Madame Bovary   72 Maruzza Musumeci 
 73 Mastro don Gesualdo   74 Mi chiamo Roberta, ho 40 anni, guadagno 250 euro al mese!   75 mille splendidi soli 
 76 Mondo senza fine   77 Narciso e Boccadoro   78 Non ti muovere 
 79 Novecento   80 Oliver Twist   81 Orgoglio e pregiudizio 
 82 Persuasione   83 Scusa ma ti chiamo amore   84 Se questo è un uomo 
 85 Senilità   86 Seta   87 Siddharta 
 88 Sostiene Pereira   89 Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare   90 Tecniche di seduzione 
 91 Ti prendo e ti porto via   92 Tre metri sopra il cielo   93 Treno di panna 
 94 Tsugumi   95 Una fortuna pericolosa   96 Una vita 
 97 Uno, nessuno e centomila   98 Uto   99 Ventimila leghe sotto i mari 

Omnialibri

E’ online il nuovo sito OmniaLibri.

Sito interamente dedicato al mondo dei libri: recensioni, commenti, informazioni e novità relative ai libri dal mondo dei libri.

Di seguito l’elenco dei titoli più venduti della scorsa settimana (fonte: arianna)

Titolo Autore Editore Prezzo
1 Maruzza Musumeci  Andrea Camilleri  Sellerio Editore Palermo   10,00
2 L’amore e il potere….  Bruno Vespa  Mondadori   18,50
3 Mondo senza fine  Ken Follett  Mondadori   20,00
4 La casta…  G. Antonio Stella; Sergio Rizzo  Rizzoli   18,00
5 Voi non sapete. Gli amici, i nemici, la mafia….  Andrea Camilleri  Mondadori   17,00
6 Mille splendidi soli  Khaled Hosseini  Piemme   18,50
7 La speranza indiana. Storie di uomini, città e denaro dalla più grande democrazia del mondo  Federico Rampini  Mondadori   15,00
8 I figli di Húrin  John R. R. Tolkien; C. Tolkien (cur.)  Bompiani   20,00
9 L’eleganza del riccio  Muriel Barbery  E/O   18,00
10 Il cacciatore di aquiloni  Khaled Hosseini  Piemme   17,50
11 Il potere della luce. Fairy Oak. Vol. 3  Elisabetta Gnone  De Agostini   16,90
12 La sovrana lettrice  Alan Bennett  Adelphi   12,00
13 Gomorra. Viaggio nell’impero economico e nel sogno di dominio della camorra  Roberto Saviano  Mondadori   15,50
14 L’ospite inquietante. Il nichilismo e i giovani  Umberto Galimberti  Feltrinelli   12,00
15 Padre Pio. Miracoli e politica nell’Italia del Novecento  Sergio Luzzatto  Einaudi   24,00

 

Orgoglio e pregiudizio – Jane Austen

Jane Austen descrive in maniera poetica, intelligente e ironica la vita delle giovani donne e la società nella campagna inglese del Settecento, anche attraverso una minuziosa caratterizzazione psicologica e comportamentale dei personaggi della storia. Il manoscritto originale fu composto fra il 1796 e il 1797, originariamente con il titolo First Impressions. Fu pubblicato nel 1813 al termine di un processo di revisione iniziato nel 1811. All’epoca in cui scrisse Orgoglio e pregiudizio, la Austen era appena ventenne e viveva nella stessa camera della sorella. Scriveva su semplici quaderni. Non si leggono invece, nella trama, riferimenti ai drammatici eventi storici di quegli anni (primi fra tutti, la rivoluzione francese e l’inizio delle campagne napoleoniche).Bisogna ricordare anche che l’orgoglio è ostinazione, non fa ascoltare nessuno fuorchè sé stessi.

Il romanzo ha come temi principali (che danno il titolo all’opera) l’orgoglio di classe del signor Darcy e il pregiudizio di Elizabeth Bennet nei confronti di quest’ultimo. La trama del romanzo si concentra sulle vicende della famiglia Bennet, composta dai Mr e Mrs Bennet e dalle loro cinque figlie: Jane, Elizabeth, Mary, Catherine e Lydia. L’obbiettivo rimasto a Mrs Bennet è quello di vedere sposata almeno una delle sue figlie il prima possibile. Mrs Bennet è una donna frivola e scarsamente portata a mantenere il necessario contegno in società. Mr Bennet,il suo consorte, è un uomo intelligente e sarcastico che ha trovato il suo tranquillo equilibrio ignorando le intemperanze delle figlie minori, di cui la preferita è Elizabeth, e della moglie, trascurandone tuttavia oltremodo l’effetto. Quando un ricco scapolo, Mr Bingley, si trasferisce a Netherfield, una tenuta in affitto nelle vicinanze, Mrs Bennet freme affinchè le figlie vengano presentate al ricco signore quanto prima. Il primo incontro ha luogo durante il ballo dato da Sir Lucas, vicino di casa dei Bennet, dove la famiglia viene presentata a Mr Bingley, a sua sorella e al misterioso Mr Darcy. Mr Bingley sembra divertirsi parecchio, mentre l’amico Darcy e la sorella rimangono in disparte gran parte della sera, danzando raramente e passando il tempo parlando fra loro. Questo vale a Mr Darcy la fama di ricco signore orgoglioso. Durante il ballo Elizabeth viene definita da Darcy “Appena passabile ma non abbastanza bella da tentarlo”. Elizabeth lo sente e, presa dal suo orgoglio, lo prende in antipatia. Mr Bingley e Jane, invece, ballano tutta la sera con gran diletto. Il giorno successivo le sorelle Bennet passano il pomeriggio a Maryton, la città più vicina, dove normalmente viene dispiegato l’esercito. Le ragazze hanno modo di conoscere Mr Whickham, che dichiara apertamente di conoscere da tempo Darcy e di aver vissuto con lui a lungo durante l’infanzia. A Elizabeth racconta di essere stato defraudato dell’eredità lasciatagli dal padre di Mr Darcy per ovvie gelosie del figlio nei suoi riguardi, condannandolo per sempre alla vita del soldato. Jane va in visita a Netherfield per un thè con Miss Bingley. Durante il tragitto viene sorpresa da un temporale, che le vale un serio raffreddore, costringendola a trattenersi presso i Bingley per qualche giorno. Il padrone di casa appare raggiante, mentre Miss Bingley e Mr Darcy non ne sembrano entusiasti. Durante le visite di Elizabeth a Netherfield per prendersi cura della sorella, Darcy si scopre innamorato della secondogenita Bennet, la cui conoscenza ha occasione di approfondire. Nel frattempo Longburn, la tenuta dei Bennet, viene sconvolta da un nuovo arrivo: il cugino Mr Collins, pastore presso la tenuta di Lady Catherine De Bourgh nel Hertfordshire. Mr Collins è il legittimo erede di Longburn e spera di poter sposare una delle figlie dei Bennet, affinchè queste, qualora Mr Bennet venga a mancare prematuramente, possano avere un tetto. La sua inevitabile scelta ricade immediatamente su Jane, la più bella. Mr Collins viene ben presto informato da Mrs Bennet che Jane sarà presto fidanzata e che pertanto la sua scelta dovrebbe ricadere su Elizabeth. Mr Collins si getta in una corte sfrenata, che culmina con la richiesta della mano della secondogenita Bennet, la quale, basita, rifiuta categoricamente nonostante le rimostranze della madre. Mr Collins, deciso a tornare a casa con una moglie, decide di sposare Charlotte Lucas, la migliore amica di Elizabeth Mr Bingley organizza un ballo a Netherfield, come promesso alle sorelle Bennet. Il suo trasporto nei riguardi di Jane è piuttosto visibile, mentre i sentimenti di Jane sono piuttosto mascherati e poco chiari. Mr Darcy si convince che Jane non è realmente innamorata dell’amico. Inoltre nota la proverbiale frivolezza di Catherine e Lydia, e l’incapacità di mantenere il dovuto contegno di Mr Bennet e Mrs Bennet. Pertanto, si convince che la cosa migliore per Bingley sia quello di lasciare Netherfield al più presto, per non incorrere in un matrimonio sconveniente. Dopo la dipartita di Bingley e la chiusura di Netherfield, Jane viene spedita dagli zii a Londra, mentre Elizabeth parte per l’Hertfordshire in visita a Mrs Collins. Si viene ben presto a sapere che Mrs De Bourgh, mecenate di Mr Collins, è la zia di Mr Darcy, il quale si trova ugualmente a Rosings in visita alla zia. Durante la sua permanenza Elizabeth si imbatte spesso in Mr Darcy, il quale alla fine capitola e si dichiara, non privo del suo famoso orgoglio e con la convinzione che verrà accettato. Elizabeth, che lo rifiuta categoricamente, dichiara che mai potrebbe sposare colui che è stato la causa del dolore di più di una persona, di cui l’ultima la sua cara sorella Jane. Il giorno successivo, Mr Darcy le scrive una lettera di chiarimento in cui la informa di aver agito per il meglio nei riguardi di Bingley e si dilunga a spiegare la sua situazione con Mr Whicham. Pare infatti che quest’ultimo, non soltanto sia per fama un truffatore, ma abbia anche cercato di circuire la sorella di Mr Darcy, Georgiana. Elizabeth, rincasata, riparte con gli zii londinesi per una gita ai laghi, sfiorando la tenuta di Pemberley, di cui Mr Darcy è padrone. Sollevata all’idea che il legittimo padrone non sia in casa, visita con grande interesse la tenuta. Ben presto però, appare ovvio che il padrone è rientrato prima del tempo. Mr Darcy le fa conoscere la sorella minore e invita a cena Mr e Mrs Gardiner, gli zii di Elizabeth. La cena viene però interrotta da una pessima notizia: Lydia, che era in vacanza con il colonnello Forster e moglie a Brighton, è scappata con Whickham. Il rientro di Elizabeth è imminente. La situazione scandalosa provocata da Whickham e Lydia viene presto messa a tacere con un matrimonio di convenienza. Qualche tempo più tardi, Elizabeth viene a sapere dello zio di Londra che Mr Darcy è l’artefice della “pace” tra Whickham e Mr Bennet. La informa infatti che Whickham è stato profumatamente pagato per sposare Lydia. Bingley, insieme a Darcy, va in visita a Longburn per chiedere la mano di Jane, che ovviamente essendone innamorata, l’accetta. Elizabeth, oltre che al normale senso di gratitudine, si rende conto di provare dell’amore nei confronti di Mr Darcy, che tuttavia non si ripropone. Elizabeth viene svegliata una notte da una visita a sopresa di Lady Catherine De Bourgh. La mecenate dei Collins vuole sapere se si è promessa al nipote e le richiede di promettere solennemente che mai si congiungerà in matrimonio con Mr Darcy. Elizabeth rifiuta di promettere alcunchè. Mr Darcy, che viene a sapere dell’accaduto, comprende che Elizabeth nutre qualcosa di nuovo per lui. Il giorno successivo Mr Darcy, in visita con l’amico Bingley presso i Bennet, si ripropone a Elizabeth. L’epilogo è il matrimonio tra Elizabeth e Mr Darcy e quello tra Jane e Mr Bingley.

Fonte: it.wikipedia.org

Altre opere di Jane Austen: Orgoglio e pregiudizio, Persuasione

Risorse in rete: LibriRecensioni libri , Riassunti e recensioni , Riassunti


Altre recensioni utili: Il codice da Vinci, Tre metri sopra il cielo, Ho voglia di te, Il piccolo principe